BANNER 3

TEMPI DURI PER SUPERMAN


partiamo dall’inizio:

in principio era il caos…poi arrivò internet

Ora, io non mi sento abbastanza vecchio per dire frasi tipo: “ai miei tempi si rimorchiava in balera! tutti questi feisbuc, questi badù, ma poi quando lo devi tirare fuori non è che puoi mandargli uno screenshot”. Capisco internet e le sue dinamiche ma alcune cose proprio non me le spiego.
Tutto questo mio ragionamento è nato una sera in cui sentivo parlare alcuni ragazzi di questo sito dove tu metti le tue foto a torso nudo scattate in bagno e qualche ragazza ti “adotta”.
Ora, io mi facevo tutta una serie di ampollosi ragionamenti quando qualcuno ha esclamato: “ma si cosa te ne frega, è gratis”

Ah, il Ground Zero del discorso! stolto me che non avevo capito subito!
Ecco perchè l’intrattenimento per adulti su internet non conosce crisi, perchè ti viene venduta “gratis” la possibilità di coltivare un sogno in cui tu sei il superprotagonista supereroe superdotato e la generica “lei” è la calda studetessa di Hustler che freme per venire a letto con te (“calda studentessa” è a titolo di esempio, non voglio certo oscurare la fama di altri generi altrettanto validi, dai che non sto ad elencarteli tanto li conosci).

hot_facebook_girls_051-476x400     picture0007a

Figura 1) tipico esempio di come in internet l’aspettativa e la realtà siano due mondi spesso antitetici

Comunque, tornando sul punto, la fregatura di tutto questo fantastico mondo di facili fornicazioni è riassunta nella risposta che l’utente ANON, di cui non farò il nickname da’ ad una domanda posta su yahoo! answer da un utente anonimo di nome UNIQUE:

DOMANDA:

Si sente parlare sempre di sesso virtuale..ma se uno ne fa con una maggiorenne, qual’è la pena prevista?

RISPOSTA:

[…] Se lei paga lui? Ma nessuna ragazza sana di mente paga un uomo per guardarlo mentre si masturba.

Una risposta che pesa come un macigno sulle spalle di chi in questo momento sta leggendo distrattamente il post perchè impegnato a spalmarsi il grasso di foca davanti allo specchio così la foto sembra come quelle delle riviste (si, però prima ti prego, smonta la tenda della doccia con Spongebob).

E’ ovvio! titilla l’ego di un uomo con banner provocanti e slogan improbabili ed avrai uno zombie!

Tutto questo mi fa sorgere un bel pò di domande…

Perchè questo fenomeno dei siti di incontri e varie ha un pubblico esclusivamente maschile?
Perchè se vai su chatroluette.com con l’idea di vedere quache annoiata bellezza australiana ti trovi a fare bird watching che neanche Piero Angela?
Perchè i pubblicitari che lavorano nella promozione di questi siti ti raccontano delle bufale immani e soprattutto perchè ci caschi?!?

A questo punto penso che ci vorrebbe un sociologo (o un ornitologo) per spiegarci bene il fenomeno.
Ci deve essere qualcosa che fa si che negli uomini si inserisca il pilota automatico e nelle donne no! (beh, diciamo un pò meno va, giusto per non annientare definitivamente le speranze di quello con la tenda di Spongebob e il grasso di foca)

Cosa fa si che le strade delle nostre periferie siano solcate da prostitute, cosa fa si che io ritenga più buono un liquore di merda solo perchè me lo pubblicizza una ficona che sembra ubriaca? Cosa c’è di sbagliato nell’uomo? che malattia abbiamo?!?

Chimica? fisica? astrologia? ingegneria gestionale? (no dai, quest’ultima no, nessuno del resto sa che cazzo facciano gli ingegneri gestionali)

Adesso pregherei le donne di non dare risposte banali tipo: “perchè siete dei porci!”. Ti prego bambina, non essere banale, quello è ovvio! io voglio sapere se c’è una ragione incontestabile e perchè nessuno ci ha ancora fatto un businnes sopra tipo una pillola che la metti nel caffè del tuo compagno la mattina e questi avrà un conato di vomito alla vista di ogni scosciata che gli passerà davanti alla scrivania dell’ufficio.

poi certo, c’è l’amore quello vero, che è la risposta a qualunque domanda, ma su quello scriverò un altro post!

tutta questa manfrina per dire che alla fine ci sono dei pubblicitari che spaccano davvero il culo, tipo questo

Share Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *